Come riconoscere un sito di commercio elettronico sicuro?

I vantaggi dell’e-commerce

Negli ultimi anni abbiamo visto un deciso aumento dell’uso piattaforme e-commerce nelle abitudini di consumo, e anche in Italia è possibile rilevare questa tendenza.

Fare acquisti online è un grande risparmio di tempo: ti permette di poter selezionare il prodotto e comprarlo in modo pratico, veloce e flessibile, ricevendolo direttamente a casa. Questo è un risparmio, oltre che di tempo, poichè non richiede all’acquirente di presentarsi in negozio, ma spesso anche di denaro. La comodità di questo servizio l’ha reso molto popolare e sempre più utilizzato.

 

Quali sono i rischi?

L’esplosione delle piattaforme virtuali ha fatto si che ne nascessero alcune specializzate nelle truffe online: data l’affidabilità e la serietà di molti e-commerce, alcuni potrebbero sfruttare questa nomea per cercare di vendere prodotti senza però effettivamente consegnare nulla al malcapitato.

Molti di questi siti sembrano effettivamente reali ad un primo sguardo poco attento, traendo in inganno l’acquirente e proponendo sconti irrinunciabili per potergli sottrarre inconsapevolmente del denaro.

 

Come riconoscere un sito sicuro?

Per questo motivo, prima di fare acquisti su internet, è necessario saper riconoscere un sito di ecommerce affidabile da uno che sta tentando di truffarti. Questo articolo avrà il compito di fornire alcune indicazioni basilari per poter fare acquisti online in sicurezza in totale sicurezza a chi è alle prime armi con questo nuovo strumento, o a chi già ne usufruisce e non vuole essere vittima di un raggiro.

 

Le principali differenze fra un e-commerce sicuro e uno falso

Url

La prima cosa da notare è l’Url del sito in questione: se presenta il famoso protocollo Https (Hypertext transfer protocol secure) la piattaforma e-commerce probabilmente è sicura, perchè questo garantisce la protezione dei dati scambiati dal computer con i vari siti.

Nella pratica, osservando la barra dove viene digitato il sito internet noterai il simbolo di un lucchetto, il che significa che il canale in questione è effettivamente quello che stai cercando (non una copia), poichè è in grado di criptare i tuoi dati a terze parti e perciò dovrebbe proteggerti da eventuali truffe.

Il condizionale è d’obbligo in questi casi perchè molti ecommerce attuali sono in grado di contraffare questo meccanismo di sicurezza, non rendendolo quindi una garanzia di affidabilità. Perciò è necessario proseguire attentamente e vedere se sono presenti altri elementi che possano aiutarti a distinguere una piattaforma di acquisti online falsa da una reale.

 

Pop up

Un altro elemento che un qualsiasi consumatore può notare subito, quando atterra su un sito di ecommerce, è la presenza di un elevato numero di pop up fastidiosi oppure la richiesta di installazione per poter osservare i contenuti, caratteristiche che un’azienda seria quasi mai adotta per i suoi store online.

 

Home page

Se il sito che stai visitando per effettuare acquisti sul web non rispecchia le caratteristiche precedentemente elencate, è bene proseguire con l’analisi osservando la home page: se al suo interno sono presenti errori grammaticali, o frasi che sembrano tradotte da qualche lingua straniera con Google Translate, è necessario stare molto attenti.

Generalmente questi ecommerce truffaldini hanno un dominio situato all’estero e, per poter raggiungere più persone possibili, non perdono tempo nella traduzione utilizzando quella automatica. Il risultato, per un potenziale acquirente che effettua le sue ricerche in Italia è quello di trovarsi davanti ad un sito scritto in un italiano visibilmente sbagliato.

 

Altri

Oltre a quelli precedentemente esposti, altri indizi che possono aiutare un utente a comprendere se la piattaforma di acquisti online che vuole utilizzare è affidabile o meno sono:

      • Presenza di riferimenti espliciti o nomi di aziende che non hanno niente a che fare con i prodotti presenti nel marketplace della piattaforma in questione.
      • Falsa disponibilità dei prodotti venduti.
      • Utilizzo di immagini che non si riferiscono all’articolo in vendita.
sito di commercio elettronico sicuro

Quali elementi deve avere un ecommerce per essere affidabile?

Un’azienda che si rispetti mette a disposizione ai suoi clienti tutte le informazioni utili per aiutare e informare il consumatore sull’acquisto.

Partita IVA

Fondamentale deve essere la presenza della Partita IVA sul sito, perchè permette di avere un dato verificabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate: se vi è riscontro fra i dati inseriti dal portale ecommerce e quelli del database statale, sicuramente questo è garanzia di affidabilità del sito web.

 

Footer

A questo si aggiunge la presenza del Footer, quella sezione che generalmente è presente in fondo alla pagina web e che serve a dare ulteriori informazioni in merito a:

  • Maggiori informazioni;
  • Dati relativi all’azienda (come la sede ufficiale, contatti e altro);
  • Metodi di pagamento;
  • Tipologia di spedizione.
    •  

Conclusioni

Addentrarsi nel mondo degli e-commerce può essere pericoloso se lo facciamo con poca attenzione, ma è sicuramente una modalità di acquisto che può garantirti dei prodotti che difficilmente potresti trovare in un negozio fisico vicino a te.

Ad esempio, se sei interessato all’acquisto di un oggetto che non puoi trovare nelle grande catene di negozi come le cravatte di alta sartoria, l’ecommerce di https://www.sanseverinonapoli.it è l’esempio perfetto di piattaforma di vendita online sicura: seguendo i consigli dell’articolo noterai subito come le informazioni utili, Partita Iva su tutte, siano chiaramente esposte; inoltre si può notare ad occhio nudo come il sito sia curato e sia presente il famoso lucchetto nella barra dove è inserita l’Url.

Grazie a questa semplice guida potrai goderti l’esperienza di shopping online in totale sicurezza, così da non perdere nessuna offerta che Internet può offrirti!